Dal 1934
Olio Extravergine di oliva

100% ITALIANO

Frantoio e Famiglia

La famiglia Di Rico ha una storia di amore e di lavoro, di passione e di rispetto, di sacrifici e soddisfazioni. Tutto inizia nel 1934, quando il bisnonno crea l’azienda frantoio di Rico, con il sogno di produrre un olio di qualità. Da allora, il frantoio è il cuore della famiglia, che lavora con impegno e dedizione per farlo crescere e prosperare. Il frantoio si rinnova nel tempo, seguendo le esigenze del mercato e le innovazioni tecnologiche. Il passo più grande è nel 2015, quando la famiglia investe in un nuovo impianto di ultima generazione, che permette di estrarre un olio di qualità superiore e di velocizzare il processo lavorativo. La famiglia è composta da cinque persone: i genitori e i tre fratelli. Sono uniti e affiatati, si sostengono e si dividono i compiti. Nel periodo della lavorazione del frantoio, sono tutti impegnati a fare il loro lavoro con cura e professionalità. Nel resto dell’anno, si occupano della parte commerciale e amministrativa la mamma Norma e Rocco, il primogenito della famiglia. Oggi l’olio del frantoio di Rico è un presidio slow food ed è riconosciuto come un prodotto di altissima qualità. È il frutto della passione e della dedizione di una famiglia che ha saputo valorizzare il suo territorio e le sue tradizioni.

Rispetto per la natura

Noi sappiamo bene che la qualità dell’olio dipende spesso dai tempi di lavorazione e raccolta delle olive. Per questo, siamo molto attenti a scegliere il momento giusto per raccogliere le nostre olive. Se l’ulivo viene lavorato a metà maturazione, quando la drupa non è perfettamente matura ma ha ancora delle macchie verdi o è completamente verde, l’olio che si ottiene da quelle olive ha un carattere più forte e mantiene tutte le qualità organolettiche e i polifenoli. Questo significa che l’olio sarà più amaro, piccante, profumato e fruttato. Queste sono le caratteristiche che cerchiamo nel nostro olio e che lo rendono un prodotto di altissima qualità organolettica. Prerogativa del frantoio Di Rico è quella di selezionare e raccogliere olive nel momento giusto per garantire un olio che esprime al meglio il suo territorio e la sua personalità.

Impianto

La scelta:
Per noi è stato un grande traguardo scegliere il nuovo impianto che ci permette di produrre un olio di qualità superiore. Non è stato facile arrivare a questa decisione: ci sono voluti 3 anni di ricerche, dal 2011 al 2014, in cui abbiamo fatto vari test e varie prove per confrontare diverse opzioni. Alla fine abbiamo optato per la marca Vitone, che si è rivelata la più idonea alle nostre esigenze aziendali. La motivazione principale che ci ha convinto è legata al Decanter, che ha un diametro più grande rispetto ad altri impianti. Questo significa che l’olio subisce meno stress durante la lavorazione e riesce a mantenere invariate le sue proprietà polifenoliche e organolettiche, che sono fondamentali per il suo sapore e la sua salute.

La trasformazione:
Vogliamo raccontarvi come funziona la molitura delle nostre olive, che è una fase cruciale per ottenere un olio di alta qualità.
Dopo aver raccolto le olive, le sottoponiamo a un processo di defoliazione e pulizia, per eliminare eventuali foglie o residui. Poi le facciamo entrare all’interno dell’impianto, che è chiuso ermeticamente e non ha nessun contatto con l’aria e l’ossigeno. Questo è molto importante, perché l’ossigeno è il primo nemico dell’olio e può causare la sua ossidazione.
Nel nostro impianto si pratica una prefrangitura delicata, che fa vivere all’ulivo meno stress rispetto a quella fatta con i martelli tradizionali. Anche questo serve a preservare la qualità dell’olio finale, perché non danneggia le cellule delle olive e non altera il loro contenuto.
Dopo la frangitura abbiamo la gramolazione, che avviene a temperatura costante che va dai 25 ai 27°. Questa temperatura è ottimale per mantenere le caratteristiche organolettiche dell’olio e non far perdere i suoi aromi.
La gramolazione dura all’incirca 20 minuti – max mezz’ora, il tempo necessario per ottenere una pasta omogenea e cremosa. Una volta franta, la pasta viene portata nel decanter a due vasi e mezzo attraverso delle pompe. Il decanter ha il compito di separare l’olio dall’acqua e dalle sanse.
Il nostro decanter utilizza una quantità d’acqua ridotta dell’80/85% in meno rispetto ad altri impianti e questo serve a preservare le qualità dell’olio, perché utilizzando meno acqua l’olio non si dilava e non vanno via le sue proprietà.
Poi c’è invece una centrifuga verticale che ha il compito di separare l’olio da eventuali particelle di acqua rimaste durante la prima decantazione.
Questa operazione rende l’olio più limpido e puro. Infine, l’olio viene filtrato e riposto in cisterne sotto azoto per proteggere questo oro verde dall’aria e dalla luce. Così facendo, garantiamo un olio fresco e organoletticamente perfetto tutto l’anno.